• cyber_1.jpg
  • cyber_2.jpg

Percorsi di legalità

PREMESSA

L’Educazione alla Legalità rappresenta, nell’attuale momento storico in cui la nostra società diventa sempre più complessa e contraddittoria, uno degli aspetti fondamentali della formazione integrale della persona. L’educazione alla cittadinanza democratica e alla legalità costituiscono il focus della direttiva ministeriale del 16 ottobre 2006, “Linee di indirizzo sulla cittadinanza democratica e legalità”, con la quale si forniscono indicazioni alle scuole in materia di legalità e democrazia in piena coerenza con le indicazioni europee. Il documento sottolinea come l'educazione alla cittadinanza e alla legalità e i valori connessi siano presupposti fondanti per il cittadino del domani: infatti, l'equità sociale, la crescita economica di un Paese, l'occupazione e la coesione sociale non possono essere raggiunti se non attraverso l'efficienza e l'equità dell'istruzione. Indica, inoltre, che “Un’attenzione particolare bisogna avere per la conoscenza storica che dà spessore alle storie individuali ed a quella collettiva, che dà senso al presente e permette di orientarsi in una dimensione futura.” In tal modo si conferma anche che la legalità e la democrazia debbano essere prassi diffuse nella comunità scolastica, anche sulla base dell'adozione della "Decisione del Parlamento Europeo e del Consiglio europeo".

Descrizione del progetto

PERCORSI DI LEGALITÀ è un progetto promosso dall'Associazione CulturalMente rivolto agli studenti, ai turisti e chiunque voglia sviluppare le competenze chiave di cittadinanza, sociali e civiche, immergendosi nei luoghi e nelle storie di mafia e dell'antimafia e prevede visite guidate a Palermo e dintorni. Attraverso un percorso guidato si visiteranno i luoghi in cui sono avvenuti i delitti mafiosi, raccontando storie tristi ma di coraggio. Si vedranno quali sono le vie che possono portare alla legalità attraverso la visita ai beni confiscati alla mafia utilizzati per fini sociali e la testimonianza di imprenditori che si sono ribellati al pizzo. Si racconteranno storie di antimafia attraverso l'incontro con professionisti del settore, forze dell'ordine e giudici, che ogni giorno lavorano per combattere la criminalità, il dibattito con scrittori e registi che raccontano i crimini, la testimonianza di chi ha vissuto in prima persona i delitti mafiosi, la visione di film sulla mafia che permetteranno un'attenta riflessione sul tema della legalità.

La mafia non è affatto invincibile; è un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio e avrà anche una fine. Piuttosto, bisogna rendersi conto che si può vincere non pretendendo l'eroismo da inermi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni.(Giovanni Falcone)

 

Le finalità del Progetto Percorsi alla legalità sono di far acquisire agli alunni atteggiamenti sociali positivi, comportamenti legali e funzionali all’organizzazione democratica e civile della società e favorire lo sviluppo di un’autonomia di giudizio e di uno spirito critico, strumenti mentali indispensabili per saper discriminare le varie forme di comportamento ed arginare i fenomeni negativi, emarginandoli nella coscienza collettiva. Il Progetto si propone di dare un contributo alla formazione di una vigile coscienza civile nei giovani cittadini perché diventino consapevoli del fenomeno mafioso e delle azioni per contrastarla, attraverso scelte concrete di responsabilità civica che li renda cittadini consapevoli di uno Stato democratico. La legalità viene così percepita dai giovani non più come un valore astratto, ma come una scelta quotidiana che ogni cittadino è chiamato a compiere. Conoscere le mafie è il primo passo per contrastarle.

L’esperienza del viaggio di istruzione consente inoltre agli alunni di conoscere il territorio nei vari aspetti: culturali, sociali, ambientali, storici, artistici.

 

Finalità formative

Acquisire piena coscienza e consapevolezza del valore della persona umana, dei comportamenti corretti all’interno della società civile, delle fondamentali norme di convivenza civile e democratica e, contestualmente, saper esaminare criticamente la realtà per prendere coscienza degli atteggiamenti illegali e contribuire a combatterli e a neutralizzarli attraverso:

  • L’acquisizione di nuove conoscenze
  • Consolidamento delle conoscenze acquisite attraverso l’esperienza diretta
  • Sviluppo della capacità di “leggere” l’ambiente circostante, nei suoi aspetti naturali, culturali, storici
  • Conoscenza di luoghi ed ambienti culturali e professionali nuovi e diversi

 

Obiettivi didattici

  • Acquisire la coscienza dell’importanza del rispetto delle regole, delle norme e dei canoni comportamentali nella comunità sociale e nella comunità locale.
  • Prendere coscienza dell’organizzazione della società, della funzione delle Leggi e del relativo rispetto delle stesse, dell’affermazione dei principi di democrazia e libertà nel rispetto delle regole sociali
  • Analizzare e conoscere le varie forme di devianza presenti nella realtà e individuare le forme opportune per contrastarle e rimuoverle
  • Saper esaminare criticamente la realtà per prendere coscienza del valore della persona, del significato delle strutture sociali, del rapporto con gli altri e con la società, dell’importanza della solidarietà e della comprensione delle ragioni degli altri
  • Potenziare le capacità di osservazione
  • Acquisire un comportamento civilmente corretto ed adeguato
  • Sviluppare la capacità di stare con gli altri rispettandoli e socializzando le esperienze
  • Acquisire maggiori spazi di autonomia personale al di fuori dell’ambiente vissuto
  • Saper leggere il patrimonio culturale e artistico
  • Sviluppare il senso di responsabilità nei confronti del gruppo e delle regole

 

Contenuti

  • La struttura organizzativa di Cosa nostra e la sua evoluzione
  • Il rapporto che intercorre tra mafia, economia e società
  • Come il fenomeno mafioso si connette e si sviluppa nella vita pratica e quotidiana del cittadino
  • I meccanismi che rendono vitale la mentalità mafiosa
  • La reazione della società civile e impegno di ogni singolo cittadino
  • La libertà di pensiero, di espressione e di azione, nell’ambito del rispetto delle leggi e dell’organizzazione sociale.
  • Ruoli, funzioni e compiti dello Stato e delle Forze dell’Ordine nella lotta alla criminalità
  • Il ruolo dell’associazionismo e del volontariato per la creazione di condizioni ambientali e socio-economiche tese ad eliminare le cause che determinano i fenomeni delinquenziali.

A conclusione del percorso educativo la legalità verrà percepita dai ragazzi non più come un valore astratto, ma come una scelta quotidiana che ogni cittadino è chiamato a compiere.

 

Metodologia

Per la realizzazione del Progetto l’Ass. CulturalMente si avvale delle relazioni intessute negli anni con professionisti e testimoni del fenomeno mafioso, con la collaborazione con Enti Locali, Forze dell’Ordine, personaggi dello spettacolo, del cinema, della musica e delle arti, partners ideali per sviluppare proposte formative.

 

Destinatari

Studenti delle scuole secondarie di I e II grado

Bulli free zone

Please publish modules in offcanvas position.

Copyright © 2020 Associazione CulturalMente. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.